1. consulenza senza anticipo parcella sia legale che medico-legale, per inquadrare il tuo caso e darti risposte su quantificazione, modi e tempi entro cui potrai ottenere un adeguato risarcimento;
  2. consigli tecnici sia legali che medico-legali, su come gestire al meglio tutta la documentazione necessaria a portare a buon fine la tua richiesta di indennizzo;
  3. invio all'assicurazione di tutta la documentazione necessaria all'apertura del sinistro (raccomandata a.r., CID, foto del sinistro, certificazione medica iniziale, invio di eventuali testimonianze ecc..);
  4. contatti successivi sia telefonici che telematici e/ o di persona con l'assicurazione;
  5. ottenimento della visita medico-legale con il medico dell'assicurazione o con la commissione medica formata dall’ente responsabile del danno (es. ASL nella malpratice medica ecc.);
  6. naturalmente ti forniremo data, ora e luogo della visita in più verrà stilata in Tuo favore una perizia medico-legale previa visita, il tutto senza anticipo parcella;
  7. contrattazione stragiudiziale volta all'ottenimento del massimo risarcimento dovuto per i danni da Te subiti a seguito del sinistro, ed eventuale tutela giudiziale laddove ve ne fosse necessità, sia in ambito penale che civile, sino all’ottenimento del completo indennizzo a Te dovuto;
  8. Finalmente arriverà l'assegno del Tuo risarcimento che saremo lieti di consegnarTi;

RICAPITOLANDO: se hai subito un sinistro stradale grave o mortale, oppure sei stato vittima di una grave malpratice medica, a Pescara, Chieti, Teramo o l'Aquila (o in qualunque altra città d'Italia), se sei vittima di un infortunio sul lavoro, chiamaci subito ed avrai una consulenza ultraspecialistica sia legale che medico-legale senza alcun anticipo parcella (ne per la consulenza legale ne per quella medico-legale).

 

 Sosabruzzesesinistri , esempio di uno dei tanti casi seguiti nel 2015 : siamo stati contattati da una signora residente a Pescara, il cui figlio aveva subito un gravissimo incidente stradale mentre percorreva l'autostrada come  passeggero su di un furgone, il ragazzo era stato trasportato a seguito del gravissimo incidente stradale, in eliambulanza presso l'Ospedale di Pescara. Gli è stato diagnosticato gravissimo trauma cranico con stato comatoso, inoltre presentava danni fisici rilevanti sia al volto che alla gamba destra. La degenza è stata lunga e difficoltosa infatti questi traumi da incidenti stradali possono presentare numerose complicazioni. Per fortuna, il ragazzo dopo qualche mese è uscito dal coma e dopo altri numerosi mesi di riabilitazione è stato dimesso. Nel frattempo sosabruzzesesinistri lo ha seguito sia supportandolo da un punto di vista della tutela legale (è stata redatta formale messa in mora ed inviata alla compagnia assicurativa competente) che  da un punto di vista medico-legale ( infatti il nostro medico-legale si è recato presso le strutture ove era ricoverato il povero ragazzo infortunato) per seguire l'evoluzione clinica delle patologie traumatiche che lo affliggevano e poter stilare una ottimale perizia medico-legale in suo favore, che tenesse conto del notevole danno biologico riportato ( alla fine gli è stato riscontrato un danno biologico permanente pari al 46 per cento d'invalidità  ) nonché della lunghissima malattia sofferta con un danno temporaneo così valutato: 200 giorni al 100%, 300 giorni al 75% ed ulteriori 80 giorni al 50%. Finita la malattia, è dichiarata la guarigione clinica del ragazzo, con postumi permanenti da valutarsi in sede medico-legale, è stata stilata la perizia medico-legale da un consulente medico della sosabruzzesesinistri, ed il legale ha richiesto la dovuta visita medico-legale, presso il medico fiduciario dell'assicurazione coinvolta. Dopo detta visita, atteso che naturalmente, per ovvi motivi economici, l'assicurazione ha grandemente sottovalutato l'entità delle lesioni riportate dal ragazzo, il settore legale di sosabruzzesesinistri ha citato in giudizio detta compagnia assicurativa innanzi al Tribunale competente di Pescara. Giunti allo svolgimento della ctu medico-legale abbiamo avuto, dopo una dura battaglia sia legale che medico-legale, un risultato perfettamente aderente alle nostre richieste, ed il nostro legale fiduciario, ha trovato un accordo con la Compagnia assicurativa, facendo ottenere alla vittima un risarcimento a sei cifre !!! Orbene tale risarcimento non restituirà sicuramente le abilità fisiche  ormai perdute irreparabilmente, ma per lo meno potrà alleviare, almeno in parte, le sofferenze patite, dando anche la possibilità di avere una sicurezza economica per il futuro.